Workshop sull’azione performativa nel teatro contemporaneo

| 02/03/2013 | 0 Comments

Diretto da Instabili Vaganti

22-24 marzo – Bologna – LIV Performing Arts Centre – TEL. 0519911785 – info@instabilivaganti.com

Il lavoro avrà come scopo principale quello di liberare il corpo dalle resistenze e dai limiti imposti dal vivere sociale indagando la differenza tra azioni organiche e inorganiche. Attraverso lo studio del tempo-ritmo, della scomposizione del gesto e del suono-parola, verranno esplorate azioni quotidiane che per mezzo della ripetizione e dell’attenzione per i dettagli diventeranno azioni fisiche organiche e performative.  Il fine è quello di introdurre i partecipanti ad un nuovo linguaggio ideato dalla compagnia e definito dalla critica come “Biomeccanica contemporanea”.

I partecipanti lavoreranno ad azioni ritmiche individuali e di gruppo attraverso un percorso che comprende

Training fisico e vocale: dilatazione della percezione e dell’attenzione, esplorazione delle diverse tensioni e delle temperature energetiche, impulsi di azione e reazione del corpo e comprensione della relazione fra parola e azione fisica, elementi di acrobatica per la scena, esercizi vocali di connessione corpo-voce,

Percezione delle dinamiche spaziali e del tempo-ritmo:

studio di passi ritmici e delle variazioni di ritmo nello spazio in una dinamica di dialogo individuo-gruppo.

Studio dei linguaggi performativi: comprensione e dominio della relazione tra l’organicità del movimento e del suono;  scomposizione del gesto e della parola; capacità di lavorare in relazione ad altri mezzi espressivi: musica, video, immagini, etc.

 

Il workshop racchiude le tecniche elaborate dalla compagnia all’interno del nuovo Progetto  MEGALOPOLIS.

 

Il progetto, ideato da Instabili Vaganti, ha avuto una primo inizio a Città del Messico dove la compagnia ha condotto un workshop di creazione artistica nel centro culturale Tlatelolco all’università Autonoma del Messico. Il progetto vede la collaborazione di Basmati Film/Experimental Images e la partecipazione di performer internazionali che frequentano il percorso di alta formazione International Laboratory Instabili Vaganti .

 

MEGALOPOLIS vuole riflettere attorno al nuovo concetto di “Città Globale” e di società globale, nato grazie all’effetto della globalizzazione ed alla costante crescita dell’urbanizzazione. Il fine è quello di indagare aspetti positivi e negativi di tali cambiamenti nella società e delle loro ripercussioni sulla cultura e sui sistemi di comunicazione, con particolare riferimento all’attuale situazione di crisi del mondo occidentale. Il progetto mira ad approfondire gli aspetti che stanno portando al crollo dell’economia occidentale cercando di comprendere cosa accade dal punto di vista artistico. Il fine è quello di andare oltre la superficie del livellamento culturale delle grandi città e delle aree urbane individuando tratti caratteristici e sotterranei che continuano a far emergere le individualità e le peculiarità di una cultura di  un luogo e di un individuo.

 

 

Tags: , , ,

Category: Opportunità

About the Author (Author Profile)

Instabili Vaganti nasce nel 2004 a Bologna dal sodalizio artistico della regista e attrice Anna Dora Dorno e dell’attore Nicola Pianzola.
La compagnia basa la sua ricerca sulla volontà di indagare il teatro come forma d’arte totale e l’attore nella sua interezza.

Seguendo questo intento la compagnia ha sviluppato un metodo di ricerca in cui l’attore incarna la capacità evocatrice del fare poetico, affermando la propria centralità fisica ed emotiva e dando vita ad una drammaturgia delle azioni che affianca quella delle parole e che dialoga con differenti forme artistiche: musica, arti visive, video. Il fine perseguito è quello di creare un linguaggio capace di farsi custode della tradizione, sotto forma di esperienza acquisita, ma anche spezzarne le regole attraverso la contaminazione artistica e i nuovi media.

La compagnia in questi anni ha portato avanti un lavoro quotidiano di ricerca sull’arte dell’attore e di sperimentazione e formazione nelle arti performative maturando un proprio metodo di lavoro apprezzato in tutto il mondo.
Anna Dora Dorno e Nicola Pianzola hanno infatti condotto seminari e laboratori sul training dell’attore nell’Atelier del Grotowski Institute di Wroclaw, nell’International Workshop Festival in Corea del Sud e in numerose Università Europee ed internazionali, tra le quali vanno ricordate la University of Kent in Inghilterra, la Babes Bolyai in Romania, la Kyungsung University di Busan in Corea del sud e l’Università di Bologna e Matera in Italia.

Nel 2005 la compagnia vince il PREMIO SPECIALE DELLA GIURIA all’International Theatre and Visual Arts Festival Zdarzenia, in Polonia, per lo spettacolo Avan- Lulu.

A partire dal 2006 la compagnia dirige il progetto internazionale Stracci della memoria che vanta collaborazioni con la Fondazione Bauhaus di Dessau, il Grotowski Institute di Wroclaw, il DAMS di Bologna, l’Hooyong Performing Arts Centre in Corea del sud. Il progetto ha prodotto l’omonima performance, dimostrazioni di lavoro, installazioni, performance site-specific, work session internazionali che coinvolgono performer provenienti da tutto il mondo attraverso percorsi di alta formazione e di ricerca svolti in differenti paesi: Germania, Polonia, Inghilterra, Cossovo, Corea del Sud, Romania, Armenia.

Dal 2007 Instabili Vaganti dirige il Progetto Internazionale di ricerca teatrale LENZ e il Progetto Running in the Fabrik instaurando collaborazioni con il Teatro Fabrik Sachsen di Lipsia e l’Old Vic Theatre di Londra e producendo le performance: Lenz- La scimmia di Goethe, Running in the Tunnels, L’eremita contemporaneo.

Dal 2009 la compagnia dirige il LIV, Centro di Ricerca e Formazione nelle Arti Performative a Bologna e dal 2011 cura la direzione artistica del Festival Internazionale sulla formazione teatrale PerformAzioni.

Leave a Reply


8 + otto =